mercoledì 7 novembre 2012

Stufa a cherosene, confronto con altri combustibili liquidi

La stufa a combustibile liquido è l'alternativa per il riscaldamento di quelle abitazioni poco frequentate durante i periodi freddi e dove la rete del gas metano è assente o non è stato mai eseguito un impianto di riscaldamento a GPL.
Stufa Zibro

Il combustibile per riscaldamento può essere gassoso (metano o GPL) o liquido (cherosene, petrolio o bioetanolo), in tutti i casi ciò che riscalda l'ambiente è la combustione. Questa tipologia di stufe non necessita di canna fumaria (alcune si) ma visto che il comburente è l'ossigeno è obbligatorio prevedere un costante ricircolo d'aria per evitare che nell'ambiente si produca una gran quantità di monossido di carbonio.


Per chi possiede una stufa a petrolio o a kerosene sarà avvantaggiato nel riscaldare ambienti medio grandi rispetto al riscaldamento elettrico, la velocità con cui l'aria si riscalda è a favore delle stufe a combustibile ed a vantaggio di queste c'è che è possibile riscaldarsi anche in caso di blackout; il funzionamento degli ultimi modelli è gestito da una parte elettronica che riceve l'alimentazione da pile ricaricabili.

L'acquisto di una stufa a combustibile liquido di tipo kerosene o petrolio può essere una buona alternativa ad altre forme di riscaldamento, le stufe a kerosene Zibro utilizzano un cherosene idrogenato e poi distillato.

Il processo della Zibro serve per eliminare composti aromatici e zolfo dalla molecola del petrolio ottenendo un prodotto più puro del petrolio e del cherosene, i tecnici chiamano questo prodotto ottenuto dal processo sopra esposto “taglio di cherosene idrogenato”.

Il cherosene è una miscela allo stato liquido di idrocarburi ottenuta dalla distillazione del petrolio, il colore è assente, è altamente infiammabile ed è impiegato come combustibile o in alternativa come solvente.

Per ridurre il contenuto di zolfo e la corrosività si sottopone ad un trattamento chimico-fisico, le emissioni di fumi sono ridotte e l'alto potere calorifero lo rendono competitivo rispetto ad altre forme di riscaldamento.

Il prezzo del Kerosene da riscaldamento è di circa 1,477 al litro ed è solitamente venduto in taniche da 20 litri (essendo un prodotto petrolifero la sua valutazione è variabile, questo prezzo è riferito al 7 novembre 2012), meglio specificare al venditore che tipo di stufa si possiede.

Esiste cherosene per stufe con scarico fumi in esterno e cherosene per stufe senza canna fumaria, stessa prassi quando si cambia stoppino, meglio mettere lo stesso modello.

Il funzionamento della maggior parte delle stufe a cherosene è il medesimo di quelle dei nostri nonni, la presenza di ventole permette di velocizzare il riscaldamento globale.

Uno stoppino riveste il bruciatore e pesca nel serbatoio dove si trova il kerosene, per capillarità sale verso il bruciatore, le temperature che si generano nel bruciatore sono comprese tra i 900 e i 1200°C.

Le più moderne stufe a cherosene dividono la combustione in due stadi, dal primo stadio partono i gas caldi che arrivano al secondo a temperatura di circa 1200°C in tal modo non si creano prodotti di combustione nocivi, in caso di acquisto meglio indirizzarsi verso quelle che analizzano la percentuale di CO2 nell'ambiente.

Gli odori durante la combustione sono assenti e si sente qualcosa di poco gradevole solo all'accensione e allo spegnimento ma ciò è dovuto alla non totale combustione del cherosene.

La scelta tra stufe a kerosene o petrolio viene fatta secondo parametri, chi acquista vuole spendere il meno possibile avendo il massimo rendimento con la minima spesa di combustibile, facciamo un confronto.

Una stufa a kerosene a stoppino da 3 KW termici riesce a scaldare un ambiente di circa 40 m2 con un consumo di combustibile stimabile in circa 0,3 l/h con una spesa che si aggira sulle 140 euro iva inclusa, supponendo un costo di 1,477 euro/litro si spende circa 1,40 euro per tre ore di funzionamento ma la stufa ha prodotto 3 KW termici all'ora (ma se la si mette al minimo il consumo diventa più che accettabile).

La stufa a petrolio ha le medesime caratteristiche di quella a cherosene la qualità del prodotto però non è la stessa specialmente se si prende a confronto il cherosene della Zibro, gli odori potrebbero essere meno gradevoli per la minor raffinazione ed anche il valore energetico è a suo discapito.

L'utilizzo di petrolio ad alto contenuto di aromatici e zolfo nelle stufe richiede maggiore manutenzione e quindi costi maggiori, gli intasamenti sono più frequenti e si può creare combustione incompleta dovuta alla formazione di carbone nel bruciatore, ciò che se ne deduce è che l'uso di combustibili scadenti produrrà costi di manutenzione maggiori ed una prematura dipartita della stufa.


106 commenti:

  1. posso mettere il petrolio nelle stufe a kerosene?

    RispondiElimina
  2. Il kerosene è un distillato del petrolio ed il principio di funzionamento è il medesimo, controlla il libretto della stufa prima di qualsiasi cambio di combustibile, potrebbe essere necessario cambiare lo stoppino ad esempio. Il kerosene è migliore del petrolio e la stufa necessita di minore manutenzione, se dovessi dare una risposta direi assolutamente di rimanere con il kerosene.

    RispondiElimina
  3. ho una vecchia stufa a kerosene con canna fumaria esterna e che funziona ancora benissimo. Purtroppo nella zona di roma non si trova più il kerosene per riscaldamento. Potrei provare ad utilizzare il combustibile liquido tipo zibro? magari quello un pò meno raffinato che costa di meno? Grazie

    RispondiElimina
  4. il combustibile zibro è un combustibile più raffinato del kerosene e non dovrebbero esserci problemi ad adoperarlo nella tua stufa ma per il portafoglio credo proprio di si, chiedi sempre maggiori dettagli a chi te lo vende o alla Zibro che saprà darti ragguagli più esaustivi.

    RispondiElimina
  5. mi son resa conto che da quando uso la stufa con combustibile liquido ...all'interno della mia abitazione e nelle parti esposte a nord ,si e' formata la muffa. e' possibile che la quantita di vapore acqueo prodotta sia determinante per la formazione delle muffe? prima,con altri tipi di riscaldamento ,non avveniva questo fenomeno..non ho trovato risposte in altra ricerca...e spero di riuscire ad avere dei chiarimenti. ma sopratutto ...che fare???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosanna, l'umidità si deposita sui corpi freddi, i vetri sono per antonomasia la casa della condensa (che altro non è che acqua), alcuni angoli delle stanze esposte a nord possono creare muffe a causa della bassa temperatura. Puoi fare molto per evitare la condensa, la stufa che possiedi non è la causa ma sicuramente è posta nel posto sbagliato, prova a porla dove la temperatura della stanza è più bassa; puoi provare ad utilizzare un deumidificatore elettrico o le pastiglie, in alternativa puoi informarti sui sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC). Se non hai risolto sarebbe opportuno che mi fornissi altre informazioni e sarei lieto di aiutarti.

      Elimina
  6. Vorrei acquistare una piccola stufa a kerosene. E' possibile usare come combustibile del gasolio?

    RispondiElimina
  7. ho acquistato una stufa elettronica a petrolio liquido, ma ahimè, mi dà subito dolore alla testa, ho provato più volte, ma per me è invalidante. Ho usato il petrolio ecocalor.
    Come posso fare per utilizzarla? con un altro petrolio il problema si risolve o magari ancora, ci son consigli per ovviare q ttt ciò ?

    Grazie

    RispondiElimina
  8. Cristina dubito che il problema sia il petrolio, probabilmente metti in funzione la stufa in un ambiente poco aerato. Soggiornare in locali dove il tasso di umidità scende sotto il 40% può creare problemi di vivibilità e la mancanza di ossigeno fa il resto. Ti viene mal di testa anche con altri tipi di stufe (elettrica, termoconvettore...)?

    RispondiElimina
  9. In casa ho un impianto di riscaldamento a metano (con caldaia a muro quindi), ma le stanze sono molto alte e mia madre, che è anziana, soffre continuamente il freddo (il calore prodotto dal termosifone si disperde subito in alto). Potrebbero essere utili una stufetta a kerosene (anche piccola) da posizionare in terra oppure una stufetta elettrica? Ne avrei un vantaggio economico rispetto a tenere acceso il riscaldamento molte ore al giorno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se le stanze sono alte ti conviene eseguire un controsoffitto, alla fine spendi di meno rispetto all'incremento termico. Dovresti anche controllare l'umidità relativa dell'aria, se abbassi quella senti meno freddo.

      Elimina
  10. Salve, vorrei sapere se è possibile utilizzare gasolio come combustibile in una stufa a kerosene. Se no, cosa comporterebbe il suo utilizzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no. semplicemente il gasolio non brucia a pressione e temperature a cui brucia il kerosene.

      Elimina
  11. Mia madre ha messo per sbaglio del petrolio nella stufa a kerosene perfettamente funzionante. Ha svuotato il serbatoio quando ha visto che non funziona e ha messo del kerosene. Ma non riesce ad accenderla. Cos'e' successo e cosa bisogna fare per riattivarla? Grazie

    RispondiElimina
  12. Quando si svuota il serbatoio e lo si riempie nuovamente solitamente si deve attendere un'ora.

    RispondiElimina
  13. si puo' usare il bioetanolo nelle stufe zibro a petrolio?

    RispondiElimina
  14. salve,ho un bimbo di 20 mesi e volevo sapere se utilizzare stufe a cherosene può in qualche modo danneggiare la sua salute,poichè sapevo che con la combustione questo genere di stufe produce ossido

    RispondiElimina
  15. Le stufe senza canna fumaria non sono nocive per l'uomo, l'importante è tenere l'anidride carbonica a livelli bassi. Tieni sempre aerato il locale.

    RispondiElimina
  16. Salve,si può usare in una stufa tipo zibro il caro vecchio kerosene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cos'è una stufa tipo zibro? Non ho ben chiara la domanda.

      Elimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. A Recco (GE) ho una villetta per vacanze di 200 metri cubi. Riscaldamento con caldaietta a kerosene,
    collegata a radiatori e acqua calda da boiler bivalente. consumo 20 lt ogni 24 ore, funzionamento ininterrotto . Nessun bruciatore, nessun uso di corrente elettrica. Distribuzione a ricircolo naturale (a pioggia) Uso molto saltuario nella stagione fredda. Caldaia molto vecchia, ma fa il suo dovere. In base alle nuove disposizioni di legge devo sostituirla ? Sono fuorilegge? Eventualmente vorrei un valido indirizzo di produttore installatore in zona. Grazie
    geomello@virgilio.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corrado dal 15 ottobre 2014 è in vigore il nuovo libretto di impianto per condizionatori e caldaie, dal giorno successivo un tecnico dovrà redigere un Rapporto di efficienza energetica. Da ciò che scrivi suppongo che la caldaia non abbia libretto, dovresti chiamare un tecnico in ogni caso anche perché ogni regione ha le sue leggi e soprattutto per fargli manutere la caldaia. Per quanto riguarda gli installatori in zona non posso aiutarti.

      Elimina
  19. HO COMPRATO UNA STUFA IN UN BRICO FAI DA TE UNITAMENTE AD UNA TANICA DI PETROLIO LIQUIDO, IN QUANTO ERA L'UNICO ADATTO ALLA STUFA. DOMANDA MA POSSO USARE ANCHE IL KEROSENE? TENENDO CONTO CHE LA STUFA SI TROVA NEL SALONE DI CASA?

    RispondiElimina
  20. Ciao io ho problemi all'impianto centralizzato del palazzo quindi per un pò di tempo...niente riscaldamenti!Stavamo pensando con mio marito ad un'alternativa momentanea per scaldarci, visto anche che abbiamo 2 bimbi, su cosa indirizzarmi?Bioetanolo o kerosene?L'importante è assolutamente un prodotto sicuro x tutti, soprattutto x i rischi legati alla salute e alla sicurezza. Grazie Alice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono entrambi sicuri. I bambini piccoli però devono essere tenuti lontano dal pericolo di prodotti infiammabili. Altre alternative sembrano costose.

      Elimina
  21. Sono Corrado Mello 17 novembre 2014.
    Ho scritto due domande e una richiesta.
    Posso sperare di avere risposta? Grazie

    RispondiElimina
  22. Salve, ho comprwto una stufa usata su internet, zibro no brand elettronica a petrolio, il venditore non ha svuotato il serbatoio totalmente, ed è arrivata capovalta....ripulita totalemente, ho riempito il serbatoio con il combustibile vendutomi sempre dal proprietario della stufa..ma la stufa sviluppa un odore troppi forte....cosa che non mi succedeva con la stufa che avevo prima di mio padre....sará il combustibile? Bisogna smontarla e ripulirla all'interno?? Boooo

    RispondiElimina
  23. Salve, ho una stufina senza canna fumaria che va a kerosene, ho notato peró che anche dopo averla accesa per un periodo lungo (circa 3 ore) continua ad emanare un cattivo odore di kerosene, é nocivi per la salute? Come posso risolvere?
    Grazie Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciò di cui deve preoccuparsi maggiormente è di tenere la CO2 dell'ambiente dove si trova la stufa sotto i limiti previsti dalla legge. La combustione in ambienti chiusi brucia ossigeno, deve provvedere a tenere un giusto ricambio di aria.

      Elimina
    2. Grazie, ma per l'odore cosa posso fare? C'é differenza tra i vari tipi di kerosene?

      Elimina
    3. Suppongo che la tua stufa sia un po' datata, per l'odore di Kerosene puoi utilizzarne un tipo "odorless", che significa senza odore. Sulla confezione dovrai trovare scritta questa dicitura, però se da un lato avrai meno problemi con l'odore di kerosene dall'altro avrai più produzione di CO2. In questi casi devi considerare una maggiore l'aerazione del locale.

      Elimina
    4. Ciao, grazie mille, un ultima domanda, si hai ragione la stufetta è un po' vecchiotta.
      Ho visto su internet le stufe a zibro, posso usarlo nella mia oppure mi conviene acquistarne una nuova a zibro o bietanolo? Ce ne sono molte sul mercato, come scelgo?
      Grazie
      Claudia

      Elimina
    5. La stufa se non la vuoi buttare puoi portarla a revisionare, se è troppo vecchia meglio cambiarla. Il zibro è uno dei migliori combustibili, sicuramente noterai la differenza, però è più caro se non ricordo male. Il bioetanolo per riscaldamento non lo consiglio.

      Elimina
  24. Rosario da Palermo15 marzo 2015 09:20

    salve e' da poco che o acquistato una piccola stufa al kerosene usata pero' come nuova con il liquido adatto .vorrei sapere se normale che anche dopo 2 ore di utilizzo emana brutto odore senza fumo e se fa' male ad una donna incinta ......grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosaria visto che la stufa è usata ti consiglio vivamente di portarla a farla revisionare da un tecnico specializzato. Una pulizia e la sostituzione dei materiali di consumo aumenteranno la tua sicurezza.

      Elimina
  25. Buongiorno,
    ho acquistato una stufa "Kerosol Argo 288Q" ma non trovo il kerosene, cosa posso utilizzare in alternativa?

    RispondiElimina
  26. Buongiorno, vedo che lei continua a parlare di CO2. A me risulta che il gas prodotto dalla combustione ed estremamente pericoloso per l'uomo sia la CO, cioè il monossido di carbonio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si parlò di co2 perché è il prodotto della combustione degli idrocarburi, ma anche ciò che puntualizza lei è corretto. In ambienti chiusi in presenza di combustione si può rilevare un'alta percentuale di CO. Sempre che non ci sia sufficiente ricambio d'aria.

      Elimina
  27. Buonasera. La competenza che mostra nelle sue risposte mi incoraggiano a chiederle un suo parere: devo riscaldare degli appartamenti (2/3 locali) i cui consumi saranno a mio carico come anche l'acquisto delle stufe. Cosa mi consiglia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile dare una risposta con cosi poche informazioni. Ci sono soluzioni diverse dalle stufe a cherosene. Se mi scrive in privato e mi fornisce altri dati potrei aiutarla, nei limiti delle mie competenze.

      Elimina
  28. Ciaooo !!!! Ho una stifa a kerosene e mi trovo abbastanza bene , la mia domanda è : cosa vuol dire che bisogna usarla solo in ambienti ben aerati ? immagino che non significhi tenere le finestre aperte e la sufa accesa ! Puoi farmi capire meglio ? GRAZIE !!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che d'inverno non devi tenere le finestre aperte ma il ricambio d'aria deve essere proporzionato agli occupanti del locale dove si soggiorna. La stufa a Kerosene non produce fumi ma la combustione consuma ossigeno, l'uomo consuma ossigeno onde per cui è meglio considerare il ricambio d'aria. Consiglierei di dare un'occhiata ai sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata.

      Elimina
  29. Ho una stufa a consumo liquido che per accenderla devo abbassare un tasto che poi si rilascia e fa' capire che e' partita ma l'accensione o lo spegnimento e' abbastanza forte il cattivo odore; posso usarla per casa dove vivo o serve solo in ambienti all'aperto(officine,palestre) e poi posso ovviare al cattivo odore costruendo un carrello dove appoggiare la stufa per accenderla fuori al balcone o e' meglio non toccarla o spostarla dopo l'accensione; infine c'e' il rischio che scoppi o che il liquido s'incendi ? grazie per la pazienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suppongo sia una stufa a petrolio. Il problema della puzza è solo all'accensione ed allo spegnimento, accenderla in balcone può essere un'idea ma fai attenzione a spostarla delicatamente. Scoppiare non scoppia e non c'è pericolo che il liquido si incendi a meno che non la lanci in salone.

      Elimina
  30. Salve! Mi servirebbe un consiglio a riguardo.
    Mi hanno dato una stufetta a kerosene della Zibro, oggi sono subito andata a comprare del kerosene (una via di mezzo in fatto di odori), ma è tutto il giorno che c'è un odore fortissimo (senza fumo) e non smette!
    1) visto che ho comprato una marca qualsiasi, forse del Kerosene Zibro era meglio?
    2) lei sa più o meno quanto costa farla sistemare/pulire, se è questo il problema?
    Grazie mille x la risposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace ma il costo della pulizia dipende da diversi fattori, poi ogni regione ha tariffe diverse. Si faccia fare dei preventivi ma non credo costi molto.

      Elimina
  31. Ho una stufa rex modello kr75 con canna fumaria in cuo c'è scritto di usare kerosene 1,1 l 20°C quale tipo di kerosene posso usare, quello della Zibro ? quale Tipo?
    Grazie Stefano da Roma

    RispondiElimina
  32. Possiedo una stufa zibro. Ogni tanto si dalla stufa accesa si sente un forte rumore (tipo quando si trascina un mobile) e si nota il bruciatore che emana una luce intensa. Cosa significa...la stufa sta facendo una "pulizia automatica" o mi devo preoccupare?

    RispondiElimina
  33. Ho una stufetta a kerosene e vorrei sapere Quanto coata il kerosene e quanto si consuma in un mese ... la stufa e piccola e l'ambiente e un bilocale soggiorno camera da letto e bagno grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prezzo del kerosene varia da regione a regione e dalla qualità. Il consumo dipende dall'utilizzo, se si accende solo la sera va bene ma se si tiene accesa tutto il giorno sono dolori.

      Elimina
    2. Grazie per la risposta ... diciamo che lo vorrei accendere solo la sera per quattro o cinque ore ovviamente quado dormo lo spengo ... sono in romagna a cervia di preciso e non so il prezzo del kirosene nella mia zona

      Elimina
    3. Il prezzo del kerosene è di circa 40/50 euro per 20 litri, mai prendere quelli che costano meno. In genere i combustibili liquidi più scadenti vengono venduti come dearomatizzati. Per quanto riguarda il consumo di una stufa a kerosene i dati sono diversi da marca a marca ma si aggirano tra i 0,08 ed i 0,32 l/h.

      Elimina
  34. Buonasera, volevo chiedere un consiglio tecnico, se possibile.....siamo in affitto in una casa di 50mq, dov'è presente e funzionante la caldaia a metano. Mio marito è convinto, però, che tenere accesi i termosifoni, comporti un aumento considerevole della bolletta del gas, mentre sarebbe meno dispendioso usare, come riscaldamento, una stufa elettrica a cherosene. Mi potrebbe dire con quale dei due sistemi di riscaldamento rispiarmierei di più? !?!? Ah, dimenticavo di dire che abbiamo dovuto ricorrere anche a un deumidificatore a causa dell'umidità in casa. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io opterei per i termosifoni, basta regolarli con un termostato o con valvole termostatiche magari temporizzate o azionabili da un software wireless. Il problema dell'umidità è da considerare, abbassare l'igrometria dei vani vuol dire percepire meno freddo anche a temperature più basse ma attenzione a non abbassarla troppo. L'aria troppo secca da altri problemi. Io rimarrei con i termosifoni, al massimo considererei un pompa di calore (sempre che la temperatura esterna non sia troppo sotto lo zero).

      Elimina
  35. Salve,io mio marito e mio figlio siamo in affitto in un appartamento di 80 mq dotato di pompe di calore come unico metodo di riscaldamento.....purtroppo la temperatura è sempre sui19 gradi e stavamo valutando di prendere una stufa a zibro ma avevamo paura per il bambino.......essendo uno spazio così piccolo la si può usare con un bambino di 13 mesi in casa?grazie buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la temperatura non supera i 19°C c'è un motivo. Ci sarebbe da verificare la potenza della pompa di calore, l'esposizione dell'appartamento, i possibili ombreggiamenti, l'esposizione a venti freddi, i serramenti non idonei e la mancanza di cappotto termico. La stufa a kerosene va bene ma non si controlla l'umidità dell'aria e soprattutto l'ossigeno, la stufa, infatti, produce calore bruciando ossigeno e producendo di conseguenza monossido di carbonio.

      Elimina
  36. Buonasera, ho una stufa svedese POD a kerosene, vorrei sapere se si trova ancora in commercio qualche combustibile per il suo funzionamento. Grazie

    RispondiElimina
  37. ciao a tutti! è possibile mettere delle gocce di olii essenziali nel serbatoio di una stufa elettrica a combustibile liquido per ridurre gli odori e profumare l'ambiente? tipo ad ogni pieno di serbatoio ci si mette qualche goccia di olii... può essere utile?
    grazie.

    RispondiElimina
  38. Salve vorrei sapere se esistono dei prodotti da mettere nel kerosene tipo aromi per evitare la puzza durante la combustione, la mia stufa è una zibro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di no, l'odore forte può dipendere dalla qualità del combustibile.

      Elimina
  39. Ciao sono intenzionato nel comparare una stufa tipo zibro la vorrei usare la sera per un 3/4 ore come aggiunta al riscaldamento già esistenete. .. la cosa che mi preoccupa e il co2 avendo una casa di 70m° quanto devo areare per non aver problemi ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere si fa un calcolo in metri cubi o quadrati della stanza dove è posta la stufa, considera che per circa 13 metri quadrati non si può inserire una stufa con potenza termica superiore a 2000 W. Detto questo il problema è molto complesso, sarebbe bene consultare un termotecnico. Auando c'è una stufa a combustione il comburente, l'aria, deve essere più che sufficiente per animare la fiamma. Con i nuovi serramenti il ricambio d'aria è praticamente nullo per cui dovresti utilizzare un sistema di ventilazione meccanica, I VMC, ma i costi potrebbero essere elevati. Fare dei calcoli precisi è difficile perché in una casa c'è altro che consuma ossigeno oltre la fiamma della stufa. Anche le persone consumano ossigeno, cosi come la fiamma del gas dei fornelli. Oltretutto non è bene abitare in condizioni di aria troppo secca, ti sarebbe utile un igrometro ed in alternativa un deumidificatore. L'elevata umidità fa sentire più freddo alla stessa temperatura. Per risolvere il problema alla spicciola ti conviene lasciare uno spiraglio aperto quando accendi la stufa a combustione, la sicurezza innanzitutto.

      Elimina
  40. Vorrei sapere se e' piu' efficente lo Zibro a liquido ho una stufa a gpl. Grazie

    RispondiElimina
  41. Ciao vorrei sapere se inserisco il carburante bioetanolo in una stufa ecocalor a combustibile liquido faccio esplodere tutto? Ho preso per errore una tanica sbagliata ma buttare via 25 euro mi da fastidio! Sapete aiutarmi?

    RispondiElimina
  42. Buongiorno, debbo riscaldare un appartamento di circa 80 mq., quale tipo di stufa portatile senza canna fumaria consiglia di scegliere? A parità di potenza fornita, qual'è la più conveniente, quella a kerosene zibro o quella a gas gpl? Quale delle due è più efficiente è meno dispendiosa in termini di spesa carburante? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il gpl lo lascerei stare. Ma è solo un opinione.

      Elimina
  43. salve ho una stufa zibro in cui il piccolo filamento riscaldato dal corto circuito di due batterie da 1,5 volt non riesce a incendiare lo stoppino . perché ? LO STOPPINO è nuovo e uso liquido qlima alta efficienza punto di infiammabilità maggiore del 65%.devo cambiare combustibile ?grazie

    RispondiElimina
  44. Salve, ho bisogno di un suo parere, dalla via sottostante arrivano alla mia casa scarichi di cherosene o gasolio molto fastidiosi che rendono l'aria irrespirabile e mi fanno stare molto male,sembra di avere un autobus acceso sotto le finestre per ore. L'atlro giorno c'era un gran fumo che puzzava di plastica bruciata. Penso che qualcuno abbia messo una stufa a cherosene ma credo che ci sia qualche problema, questi sono scarichi tossici, non dovrebbero avere qualche filtro? Dai commenti precedenti vedo che l'utilizzo di queste stufe richiede degli accorgimenti e delle conoscenze precise, dovrebbero essere fatti dei corsi a chi le vuole acquistare. Immagino che la stufa in questione o il proprietario abbiano dei problemi, lei cosa ne pensa? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile stabilire il problema con pochi dati. Comunque avverta il proprietario della stufa della puzza, se non dovesse scendere a compromessi non le resta che andare alla Polizia Municipale. Gli odori molesti sono sanzionabili.

      Elimina
  45. Grazie infinite, quindi non è una cosa normale che gli scarichi facciano odore. Gli farò controllare i fumi, grazie ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo tipo di stufe possono far puzza all' accensione ed allo spegnimento, ma non producono sostanze pericolose durante la combustione. La puzza però deve essere tollerabile altrimenti si producono odori molesti.

      Elimina
  46. Salve sarei interessato all'acquisto di una stufa a kerosene la zibro lc 32 ... ho un appartamento di 60 mq e non ci sono sempre diciamo 2 o 3 volte a settimana mi chiedevo se fosse una valida alternativa ai termosifoni.. cioè cosa conviene...i termosifoni (matano) .... o questa stufa a kerosene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende da diverse variabili: temperatura media dell'interno, esposizione, ecc.

      Elimina
    2. L appartamento è abbastanza isolato è di nuova costruzione... situato al primo piano. Solitamente non lo trovo mai molto freddo.. di solito quando ci sono accendo i termosifoni al rientro dal lavoro diciamo 3/4 ore poi li spengo e mantiene bene tutta la notte restando a temperatura e la sera del giorno dopo quando rientro la temperatura scende di 4/5 gradi ...grazie in anticipo per i chiarimenti...

      Elimina
    3. Per 3 o 4 ore al giorno consiglio i riscaldamenti convenzionali a metano. Se il suo appartamento lo consente, giusta esposizione verso Sud e nessuna zona di ombreggiatura, consiglio anche a lei la ipotesi di installare un muro solare. Altro consiglio è di dotarsi di un igrometro/termometro in modo da considerare anche l' umidità. Un valore di umidità elevato crea una maggiore sensazione di freddo. In caso di umidità elevata consiglio un deumidificatore.

      Elimina
  47. Salve, vista la sua competenza vorrei porle alcune domande. Per alcuni mesi sono costretta a trasferirmi in una casa di campagna, in un appartamento a piano terra open space di circa 60-70mq, la zona non è servita da metano ed è presente solo un caminetto che ovviamente non riesce a scaldare l'ambiente e richiede anche un enorme sforzo da parte mia nello stare tutto il giorno a caricare la legna. Premetto che per i mesi a seguire ho necessità di sistemarmi lì h 24 per studiare in modo intenso quindi, stando seduta tutto il giorno ed avendo bisogno di concentrazione, vorrei optare per una fonte di riscaldamento molto efficiente e che richieda poco impegno da parte mia. Sono da escludere buchi alla canna fumaria del camino già presente per collocare stufe a legna o a pellets. Cosa mi suggerisce? Oggi ho provato ad utilizzare una stufetta a combustibile liquido kero260 mettendo il combustibile petropur ma dopo alcune ore l'aria si è fatta pesante ed ho accusato un senso di nausea e secchezza agli occhi, oltre alla difficoltà di spegnere la stufetta con conseguente pessimo odore prima di coricarmi a letto nello stesso ambiente.
    La ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema sembra difficile da risolvere. Se una parete è esposta a Sud, ed è sgombra da ombreggiatura, potrebbe installare un muro solare. Durante il giorno sarebbe in grado di riscaldare il suo open space. Per le ore serali potrebbe optare per una stufa a gpl.

      Elimina
  48. La stufa a gpl tendenzialmente ha gli stessi cattivi odori di quella a kerosene? Perché stavo pensando di optare per questa tutto il giorno, me la sconsiglia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella a Gpl non produce cattivi odori, semmai è più costoso il riscaldamento.

      Elimina
  49. Salve, l'anno scorso ho acquistato su subito una Zibro Stufa Combustibile Liquido Accensione Elettronica Inverter 3000w usata, perfettamente funzionante, praticamente come nuova. Ora, dovrò rimetterla in funzione, volevo chiedere se devo fare qualche manutenzione, prima di rimetterla in funzione, ed inoltre volevo sapere se l'odore che si avverte durante l'accensione e lo spegnimento è dannoso per la salute. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lello prima di chiedere se la stufa può essere messa in funzione è necessario sapere come riporla per il periodo caldo. Mai su di un lato e svuotare sempre il serbatoio. Eseguire le manutenzioni previste sul libretto accluso: pulizia filtri e controlli generali. Per quanto riguarda l' odore che si percepisce non c'è pericolo, la combustione però brucia ossigeno per cui è bene tenere sotto controllo un buon ricambio d'aria.

      Elimina
  50. BUONASERA, VORREI ACQUISTARE UNA STUFA QLIMA O BLUE UNITAMENTE AD UNA TANICA DI PETROLIO LIQUIDO DI QUELLE ARANCIONI O BLU . DOMANDA MA POSSO USARE ANCHE IL KEROSENE? IN QUALI PROBLEMI POTREI ANDARE INCONTRO ? GRAZIE MILLE

    RispondiElimina
  51. Buon giorno,ho acquistato un generatore aria calda mobile combustione diretta(cannone)disel pero produce cattivo odore.Quale combustibile puo risolvere il problema (magazzino 500 m3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tipo di cattivo odore? All'accensione? Durante la combustione? o allo spegnimento?

      Elimina
  52. buongiorno,stufe a combustibile liquido,conviene a petrolio o altro x quanto riguarda la gestione economica?grazie

    RispondiElimina
  53. ho appena comprato da ottimax una stufa elettronica a combustibile liquido modello tosai SRE 301 con tanica platinum inodore della petropur, l ho provata già da tre ore e noto un forte odore sgradevole di combustibile... ho chiamato al tecnico che importa le stufe in italia (tecnoAir System) dicendomi che e nuova e può fare questo difetto. Cosa mi consigliate? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evitiamo cortesemente di indicare nomi di venditori. Per quanto riguarda l'odore è normale, soprattutto all'accensione ed allo spegnimento.

      Elimina
  54. Abito nei pressi di Rimini e vorrei sapere a chi rivolgermi per fare la revisione a una stufa a kerosene " allegro".grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso fare nomi, cerca assistenza caldaie ed impianti di riscaldamento. Ne ho trovati un paio con una semplice ricerca. Chi esegue manutenzione su macchine termiche in generale li fa anche su questo tipo di stufa.

      Elimina
  55. salve vorrei sapere se e'piu' conveniente la stufa a liquido petropur o stufa a bombola di gas

    RispondiElimina
  56. La differenza tra Kerosene e bioetanolo ?
    Grazie Buon Anno 2017

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Differenza in termini di: potere calorifico? Costo? Rendimento?

      Elimina
    2. Se il bioetanolo può essere usato al posto del kerosene

      Elimina
    3. mi intereserebbero tutte le risposte:
      potere calorifico?
      Costo?
      Rendimento?

      Elimina
  57. Salve, ho la stufa a combustibile liquido Kristal ( a basso contenuto di zolfo ) e che per 2 giorni consecutivi funzionava bene, da ieri l'accendo regolarmente e puntualmente dopo cinque minuti circa lentamente si spegne. Il problema sarebbe da attribuire alla valvola del serbatoio che non permette all'aria di far uscire regolarmente il combustibile verso giù?
    Grazie
    Buon Anno

    RispondiElimina
  58. Salve, ad oggi in termini di resa e costo quale stufa consigli tra petrolio o kerosene?

    RispondiElimina
  59. Salve, ho acquistato oggi una stufa a combustibile liquido, l ho posizionata nel piccolo corridoio della zona notte tra le due camere da letto tenendola accesa per circa un ora e mezzo due. Leggevo che bisogna areare i locali utilizzando queste stufe, usandola per qualche ora prima di dormire posizionata tra le due stanze con le rispettive porte aperte ma con quelle degli altri ambienti chiuse una volta spenta c'è il rischio che nell'aria ci sia qualche sostanza nociva? O posso stare tranquilla e areare le stanze direttamente la mattina seguente? Considerando che in una stanza dorme una bambina.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allo spegnimento potrebbe sentirsi un odore forte, classico di queste stufe. Per la pericolosità mi preoccuperei solo che ci sia abbastanza ossigeno, queste sono stufe a combustione e bruciano aria come comburente.

      Elimina